Depressione → sintomi e cure

La depressione, il “male oscuro” come la definiva l’attore Vittorio Gassman, che negli ultimi anni della sua vita era caduto nel vortice di questa malattia, è un disturbo dell’umore, che sconta molti pregiudizi ed ignoranza circa la sua reale pericolosità e le sue azioni degenerative. Molti confondono la depressione con una sorta di cattivo umore, uno stato annoiato dell’animo, risolvibile magari con un po’ di divertimento. Niente di più sbagliato. È vero che nelle manifestazioni di questa patologie rientrano di certo “l’umore nero” o il “sentirsi a terra”, ma spesso tali fenomeni sono più che naturali, non necessariamente riconducibili alla presenza della malattia. Essa infatti, con il suo strascico di sintomi, portano il paziente che ne soffre a sentirsi incapace all’adattamento sociale, inadeguato alla vita stessa, senza possibilità di soluzione.

Spesso scatena pericolosi pensieri suicidi, autolesionisti, e quasi sempre mina la capacità di concentrazione del malato, portando stati di insonnia, disturbi alimentari, spossatezza ed apatia fisica. La depressione può manifestarsi in casi isolati, l’episodio depressivo, o rappresentare una costante giornaliera, cioè il disturbo depressivo. La psicologia inizialmente indicava due tipi di cause alla comparsa della malattia: una di tipo biologico e l’altra di tipo psicologico. Le due correnti di pensiero si sono col tempo unificate, aggiungendo delle novità nello studio delle cause maggiori, imputando così a fattori genetici, ambientali e psicologici l’evoluzione di questo male. Quando il disturbo si rende evidente in età precoce, allora si può parlare di una componente ereditaria, stimata intorno al 70% dei casi riscontrati.

Per quanto riguarda il fattore biologico, si è reso palese l’avvento del disturbo depressivo come effetto collaterale dell’uso di particolari farmaci, come la reserpina, utilizzata per regolare la pressione sanguigna. In età adulta la depressione risulta strettamente legata ad esperienze di vita negative, all’ambiente che circonda il malato, alle sue conoscenze e al livello di soddisfazione raggiunto. La psicoanalisi inoltre indica l’inconscio come luogo in cui si sviluppa la malattia, curabile mediante sedute in grado di portare alla luce i fattori scatenanti, allo scopo di aiutare il malato a superarli definitivamente.

Questa voce è stata pubblicata in Psicologia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Depressione → sintomi e cure

  1. Kristabelle scrive:

    Thanks alot – your anwser solved all my problems after several days struggling

I commenti sono chiusi.