Sedazione Cosciente

La difficoltà di sottoporre i bambini a delle cure odontoiatriche è davvero indubbia. I piccoli pazienti spesso temono la figura del dentista, a causa di certo dolore fisico e fastidio causato dagli interventi di routine e da quelli più delicati e specifici. Se ci si pensa anche una semplice seduta di sbiancamento dentale ed eliminazione di placca e tartaro risultano essere operazioni fastidiosissime. I bambini poi risultano molto sensibili allo spavento scatenato dalla vista di strumenti quali il trapano, l’incisore, e tutta l’oggettistica clinica in dotazione ai medici dentisti. Il problema è reale e difficile da superare. Lo sviluppo della Pedodonzia (Odontoiatria preposta proprio alla cura di pazienti infanti) ha cercato nel corso degli anni di dare risposte valide al fenomeno. Tutti ricorderanno alcuni incentivi proposti da alcuni medici, come le ceste di piccoli doni poste all’interno degli studi. Ma alla fine si trattava solamente di “ami”, di specchietti per le allodole. Le operazioni infatti non risultavano affatto di minore invasività, e dolori e fastidi persistevano indisturbati. Già alla seconda visita i bambini perdevano la fiducia verso genitori e medici. Come fare allora? Recentemente uno sviluppo notevole delle tecniche sedative ha portato forse alla risoluzione totale del problema. Parliamo soprattutto della tecnica della Sedazione Cosciente, davvero innovativa e funzionale. Si tratta di un anestetico da somministrare per via inalatoria. E’ composta da una particolare mistura di ossigeno e perossido d’azoto. Il suo maggiore vantaggio è quello di eliminare la sensazione di dolore alzando la soglia di sensibilità del paziente, lasciandolo allo stesso tempo abbastanza cosciente da poter contribuire al giusto esito dell’intervento. Una mascherina legata ad un macchinario erogatore delle sostanze su dette ed il gioco è fatto. Il medico può operare in tutta tranquillità, ordinando di volta in volta al paziente cosa fare, quali posizioni assumere. Molti i vantaggi da ambo le parti: gli odontoiatri risultano facilitati dalla calma del paziente, e sono in grado di effettuare con la calma necessaria ogni tipo di intervento, anche quelli più delicati ed invasivi. I piccoli pazienti dal canto loro, non avvertendo più il dolore, mantengono una tranquillità mentale del tutto anomala nel campo medico. Certamente limitati o del tutto assenti i traumi post operatori, gli strascichi sintomatici che altri tipi di sedazioni provocano, come per esempio l’anestesia totale, molto difficile da smaltire, che costringe il paziente ad un periodo di assoluto riposo nei giorni immediatamente seguenti all’intervento. La moderna pedodonzia si giova della scoperta della sedazione cosciente, poiché essa è in grado di sconfiggere tutti i pregiudizi reali che avvolgono la tempo la figura del dentista. Da oggi i genitori possono tranquillamente sottoporre i propri figli alle cure necessarie, senza la paura di vederli in situazioni di disagio e paura. La sedazione cosciente è un passo importante nello sviluppo delle tecniche sedative, un obiettivo che può dirsi eccellentemente raggiunto. I problemi del cavo orale in età infantile possono rivelarsi davvero dannosi se non curati per tempo. Molti pensano che la cura dei denti da latte sia addirittura inutile, ma non c’è niente di più sbagliato. Nonostante il destino della dentatura decidua sia quello di cadere, una compromissione ai denti da latte ha buone possibilità di trasferirsi sul dente successivo definitivo. I denti da latte infatti rappresentano una guida allo sviluppo della seconda dentatura, e per questo motivo devono essere costantemente monitorati e seguiti da un esperto professionista, senza alcun tipo di eccezione.

Questa voce è stata pubblicata in Odontoiatria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Sedazione Cosciente

  1. Xexilia scrive:

    Thkans for the insight. It brings light into the dark!

  2. Marlee scrive:

    YMMD with that asnwer! TX

I commenti sono chiusi.